Tag: kids oriented

SIRMIONE

Sirmione: uno dei fiori all’occhiello del lago di Garda. Si erge su di una penisola che suddivide il basso lago e guarda con fierezza le altre due sponde. Noi l’abbiamo raggiunta in traghetto, un mezzo alternativo alla macchina che a me fa tanto “Pistarino gite” (ve lo ricordate??) però in questo caso era comodo, e poi solitamente piace ai bambini, quindi vince qualche punto in più. Il biglietto non è esattamente economico (da Bardolino a/r 19,60 €) ma considerando il traffico che normalmente si trova ad andarci ed il costo del parcheggio (siamo ai livelli di Portofino), la spesa viene ampiamente ripagata (i bambini sotto i due anni non pagano). Senza considerare che, nel nostro caso, da Bardolino a Sirmione c’erano altre tappe e volendo con lo stesso biglietto si potevano visitare altre località. La cosa bella, secondo me, è che ti permette di vedere il territorio da un punto di vista diverso, più suggestivo.traghetto (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Vacanze al lago di Garda

LAgoC’è chi non lo considera o non ci è mai stato, senza sapere realmente quanto offre e cosa si perde. Per me il lago di Garda è un pò come una seconda casa. È a uno schiocco di dita da quella dove sono cresciuta e ci ho passato praticamente tutta l’infanzia e l’adolescenza. Ho talmente tanti ricordi legati a questo posto che mi piacerebbe che anche il Ranocchio potesse averne di altrettanto belli. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

DESIGN 4 KIDS MADE IN ITALY

Lo ammetto… sono una fanatica del Design con la D maiuscola. Il fatto che sia diventata mamma, quindi, non significa che mi debba rassegnare ad avere la casa traboccante di oggetti ed arredi orripilanti per bambini (quelli che di solito ti propinano nei negozi specializzati per l’infanzia). Le cose più fighe e particolari, neanche a dirlo, si scovano quasi sempre in rete. Primo perchè il negozio medio per l’infanzia non sa nemmeno cosa significhi la parola DESIGN; secondo perchè, se non vivete in una grande città con una vasta offerta sul tema, è difficile incappare in certi marchi. Non facendo parte della seconda categoria (ah perché Chiavari non è una città super all’avanguardia?!!) mi sbizzarrisco nella ricerca on line. Va da sè che, in linea di massima, i marchi più cool siano quelli Scandinavi. Popolo da sempre attento alle forme, all’ambiente e soprattutto kids oriented. Per fortuna non sono i soli. Finalmente in Italia inizia ad esserci fermento. Ci sono realtà minori che aspettano di venire a galla. Quella che sto per raccontare è una di queste.
Mentre ero su facebook, un giorno, ho notato un oggetto segnalato da un caro vecchio amico (vecchio nel senso di lunga data, non nel senso anagrafico del termine):  

IL SACCOTTO. Prima di tutto un Amico dei bambini. Un compagno di giochi. Poi una poltrona, un pouf, un appoggio. Qualcosa di morbido da abbracciare. Progettato da Anna ed Alberto “il caro vecchio amico”, entrambi architetti, il Saccotto è interamente prodotto in Italia. E’ realizzato in tessuti di prima qualità provenienti dal mondo dell’arredo che insieme agli imbottiti garantiscono resistenza, durabilità e lavabilità. 
E’ oggettivamente fighissimo e sta super bene nella camera di Filippo, ma anche in salotto.
I Saccotti sembrano abili viaggiatori, come il nano da giardino del papà di Amélie. C’è anche un blog dove inviare le foto del proprio Saccotto nelle locations più disparate.
Il mio preferito è Annibale. Il vostro?

Per saperne di più:
http://www.saccotto.it/
http://www.ilsaccottodappertutto.com/












 

FacebookTwitterGoogle+Share