Tag: raffreddore

Ci sono ancora

Eccomi di nuovo qui, dopo una decina di giorni di assenza (dal web). Siamo stati via solo qualche giorno (tre e mezzo, per la precisione) ma il pre ed il post viaggio sono stati impegnativi, quindi ho deciso di prendermi la libertà di non scrivere, che se no invece di un piacere diventa un’ossessione, e allora non va bene. No? Siete d’accordo anche voi? Il nostro weekend lungo è stato bello ed intenso.. vi racconterò i dettagli nelle prossime puntate. Giusto un’anticipazione sulla destinazione: La Ville Lumière (che poi, in questo caso, proprio lumière non era….). Insomma, solo per dirvi che questo qui è proprio un periodo pieno tra placche in gola, raffreddore perenne, aerosol, millemilioni di medicine da prendere (cioè da dare), blu di metilene (che è un pò come il rosso del mercurocromo ma si sa, il blu fa fine e non impegna), tentati suicidi (fortunatamente non riusciti) del Ranocchio, l’invasione delle formiche in casa (a dicembre?!???), il fidanzato che è via a lungo per lavoro, i casini nel mio lavoro, l’inizio dei festeggiamenti natalizi, l’arrivo dell’Iphone 5S (con annesso studio/ammirazione/passaggio dati) e l’incastro (im)perfetto dell’elenco appena fatto. In tutto ciò, molto stoicamente, sono riuscita a fare anche qualche decorazione natalizia in casa a prova di marmocchio, quindi rigorosamente dal metro di altezza in su. E considerato che la nostra casa da minimal è diventata super-minimal (abbiamo temporaneamente eliminato qualche bel mobile/complemento d’arredo appunto per non fomentare i tentati suicidi dell’intrepido Ranocchio che riuscirebbe a rendere pericolose anche delle pantofole di lanetta) l’impresa è davvero ardua. Comunque ecco qualche scatto del risultato, giusto per traghettare Trentuno nel suo primo Natale.AlberoNatale13Stelle13RennaNon perdetevi i prossimi post su Paris!!

FacebookTwitterGoogle+Share

Mr. Carrot

MrCarrotLo conoscete? Alcuni di voi immagino di si… è il coniglietto/aerosol della Pic. Praticamente ormai è diventato parte integrante dell’arredamento di casa nostra, visto che non facciamo in tempo a finire un ciclo di aerosol che ne dobbiamo iniziare un altro. Fortunatamente è molto carino, quindi non mi provoca degli attacchi d’ansia ogni volta che lo vedo in giro per casa. Sto anche cercando di dargli una collocazione dignitosa, visto che da qui ad aprile credo che nella sua tana in dispensa ci tornerà ben poche volte. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

BENVENUTI ALL’ASILO

Eccoci qua. Prima o poi doveva succedere. Due settimane di asilo (di cui una solo di inserimento con due ore di presenza al giorno) e ci siamo dentro fino al collo. Quattro denti che stanno spuntando contemporaneamente (con conseguente bava radioattiva in quantità industriale) + raffreddore a go-go. Ecchecculo! L’altra notte l’abbiamo passata giocando a chi dormiva meno. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share